Champions League, Juventus eliminated, Milan dominate Zagabria

Sin dall’inizio la serata della Juventus si preannuncia tutt’altro che tranquilla, con un cross di Joao Mario prima e un tiro di Rafa Silva poi pericolosi: al 17′ Antonio Silva sblocca di testa la sfida, anticipando Gatti, ma c’è reazione nei bianconeri e Vlahovic risolve una mischia una manciata di minuti dopo. Al 27′ Joao Mario, given in gol allo Stadium, trasforma the penalty concesso per fallo di mano di Cuadrado e poi sviluppa con Rafa Silva, che sigla di tacco il 3-1, la marcatura che consente alle Aquile di Lisbona di prizeere il largo . Il tocco sotto dello stesso Rafa Silva chiude i conti al 50′ e photograph le difficoltà rivelate dalla Juventus nel girone, dove ha perso quattro gare su cinque. Nel final la girata di Milik e il guizzo di McKennie, alimentati of Iling-Junior, riducono the distance e il palo nega la tripletta a Rafa Silva.

Mercoledì 2 i bianconeri ospiteranno the PSG, che ha annichilito 7-2 the Maccabi Haifa: and the Benfica is qualificato, Juventus and Maccabi is contendono the accesso in Europa League.

Ranking: PSG and Benfica 11, Juventus and Maccabi Haifa 3.

BENFICA-Juventus 4-3

BENFICA (4-2-3-1)-Vlachodimos; Bah (82′ Gilberto), Silva, Otamendi, Grimaldo; Florentino, Fernandez; Rafa Silva (87′ Musa), Joao Mario (94′ Chiquinho), Aursnes; Gonçalo Ramos (87′ Neres). All. : Schmidt.

JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Danilo, Bonucci (60′ Alex Sandro), Gatti; Cuadrado (60′ Miretti), McKennie, Locatelli, Rabiot, Kostic (70′ Iling-Junior); Kean (46′ Milik), Vlahovic (70′ Soulé). All. Happy.

GOL: 17′ Antonio Silva, 21′ Kean, 28′ Joao Mario (R.), 35′ Rafa Silva, 50′ Rafa Silva, 77′ Milik, 79′ McKennie.

AMMONIZIONI: Danilo, Fernandez

REFEREE: Jovanovic (SRB)

Tutt’altro andamento a Zagabria per il Milan, che coglie la prima vittoria in trasferta nel girone e si issa al secondo posto, approfittando del successo del Chelsea a Salisburgo: la gara è abbastanza bloccata nelle battte iniziali, con Kjaer che si oppone da una parte al tiro di Peric e Gabbia that closed on the linea dall’altra la conclusione di Moharrami. Ivanusec scalda i guanti a Tatarusanu, poi il Milan carbura, anche se Rebic cincischia nell’area piccola e il portiere croato sventa il colpo di testa di Giroud: al 40′ Gabbia, alla seconda presenza in Champions, insacca di testa la punizione di Tonali e il Milan va negli spogliatoi in vantaggio. A initiation secondo tempo i ragazzi di Pioli complete the opera con Leao, autore di una galoppata vincente, e Giroud, al solito glaciale dagli 11 metri: è il 60′ e solo il goffo autogol di Ljubicic, tra moltepici opportunità da rete (clamorose elle per Giroud, Krunic e Rebic, orgogliose elle con cui Ivanusec e Orsic cercano il punto della bandiera), muta il tabellino.

Tra otto giorni, dopo aver espugnato il Maksimir inviolato da 31 gare, il Milan potrà ottenere la qualificazione battendo (o pareggiando) il Salisburgo, Chelsea ormai sicuro del primato.

Standings: Chelsea 11, Milan 7, Salisburgo 6, Dinamo Zagabria 4.

DINAMO ZAGABRIA-MILAN 0-4

DINAMO ZAGABRIA (3-5-2): Livakovic; Ristovski (59′ Spikic), Šutalo, Perić; Moharrami, Ivanušec, Mišić (76′ Bulat), Ademi (59′ Baturina), Ljubičić; Orsic (76′ Bockaj); Petkovic (59′ Drmic). All. Čacic.

MILAN (4-2-3-1): Tătărușanu; Kalulu, Gabbia, Kjær, Theo Hernández (71′ Ballo-Touré); Bennacer (71′ Pobega), Tonali; Rebić, De Ketelaere (51′ Krunic), Leão (71′ Messias); Giroud (81′ Origi). All. Pioli.

Referee: Szymon Marciniak.

Gol: 39′ Gabbia (M), 50′ Leao (M), 59′ Giroud rig. (M), 69′ Ljubicic aut. (D).

Ammoniti: Ademi (D), De Ketelaere (M)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *